© 2018 SaluzzoUno. All rights reserved.

Edelweiss 8/10/2018

E’ difficile ricordare in poche righe un uomo come Edelweiss.
Il nostro gruppo ha incontrato Angelo Boero per la prima volta nel 2016, quando lui, a quasi 94 anni ha deciso di raccontare la sua storia al Clan Caterina.
Chiunque l’abbia incrociato si è accorto di che straordinaria persona fosse, in particolare i rover e le scolte di allora.
Quel giorno le vite di tanti ragazzi sono cambiate: Angelo ha insegnato loro il valore delle scelte, la forza delle idee e la bellezza del genere umano.
Da quel giorno ogni volta che incontrava qualche scout conosciuto ne approfittava per fare un fiume di domande sulle attività fatte, quelle in programma, le avventure dei ragazzi e gli interessi dei capi (e puntualmente la domanda: “E la politica? Ti interessa?”).
Con orgoglio e commozione tirava fuori il fazzolettone che gli era stato donato, che teneva con cura in una busta di plastica insieme a tutti i suoi ricordi più cari; diceva che lo faceva sentire giovane come noi.
Che bello è stato vederlo a Valmala, con il bianco e il blu al collo. Angelo l’ha scoperto molto tardi, ma è sempre stato uno scout.
Siamo vicini alla moglie Lucia, alla figlia Michela e a tutti i suoi cari.
Mancherà molto anche a noi, un uomo esemplare.
Buona strada

. lascia un commento..